Gestione di carcinoma4 cellule squamose

Gestione di carcinoma4 cellule squamose

Briggs E. Cook Jr. MD, Charlotte, NC

Pubblicato 16 Maggio 2003

Le caratteristiche cliniche, indizi per la diagnosi
Carcinoma delle cellule basali. carcinomi a cellule basali origine come trasformazione neoplastica delle cellule basali dell’epidermide. Se il centro del tumore diventa necrotico a seguito di insufficiente apporto di sangue, può mutare e sanguinare, e diventare più evidente per il paziente. Alcuni BCC, tuttavia, non possono avere un centro ulcerata o di un margine elevato.

Figura 1: Carcinoma a cellule basali della palpebra superiore destra. Notare la zona leggermente pigmentata in laterale palpebra superiore destra con ulcerazione centrale, bordi arrotolati, e la perdita delle ciglia (madarosi) nella zona della lesione.

carcinomi a cellule basali si verificano in genere nei pazienti di mezza età o più anziani, soprattutto in soggetti di pelle chiara. carcinomi a cellule basali possono crescere più rapidamente nei bambini e negli individui più giovani, e le cicatrici o lesioni benigne non deve essere trascurato. Anche se BCC di solito non metastatizzano, stato segnalato tali comportamenti.

carcinomi a cellule squamose, come BCC, si verificano più frequentemente sulla palpebra inferiore. SCC appaiono spesso nodulare come indolore o lesioni placca simile con i bordi irregolari laminati, ridimensionamento cronica con macchie ruvide, fissurazione della pelle, bordi perlacee, teleangectasie e ulcerazioni centrale. 3 Un SCC della palpebra superiore destra è mostrato nella Figura 2. SCC spesso imitano altre lesioni, e una biopsia è fondamentale per stabilire la diagnosi. Spesso, l’esame del viso o delle estremità per altri tipi di lesioni precancerose sarà di aiuto nella diagnosi. A differenza di BCC, carcinoma a cellule squamose ha la tendenza a metastatizzare.

Figura 2: Carcinoma a cellule squamose della palpebra superiore destra. Si noti il ​​colore rosso violacea su tutta la palpebra superiore con aree di madarosi e trichiasi.

Carcinoma a cellule squamose si verifica più frequentemente nei soggetti anziani pelle chiara che hanno una storia di esposizione al sole cronica e danni alla pelle.

Il carcinoma della ghiandola sebacea. Sebacee carcinomi della ghiandola preferenzialmente si sviluppano nelle palpebre per l’abbondanza delle ghiandole sebacee nel tarso (ghiandole di Meibomio), ciglia (ghiandole Zeis), e la caruncola.

Sebacee carcinomi delle ghiandole possono aver variato presentazioni cliniche, in base al loro luogo di origine. SGCS sono più comuni nelle donne che negli uomini, rappresentano meno dell’1 per cento di tutti i tumori palpebrali, e l’età media di un paziente con SGC è di 68 anni. SGCS sviluppare nel Zeis ghiandole sul margine palpebrale può apparire come un piccolo nodulo ed essere scambiato clinicamente come un calazio, un nevo intradermica o BCC. La forma più comune di carcinoma ghiandola sebacea è il tipo nodulare e può essere facilmente scambiato per una BCC, SCC, calazio cronica, o anche come blefarite. Un secondo tipo di SGC è un tumore nonnodular che è più infiltrante e possono presentare blefarocongiuntivite come unilaterale. Perdita di ciglia (madarosi) può aiutare a differenziarlo da lesioni benigne quali chalazia.

I tumori in genere sono elevati sopra la pelle e hanno un bordo distinto (o discreto). melanomi maligni, tuttavia, spesso assumere modelli di crescita irregolari e hanno una elevata incidenza di metastasi.

Raccomandazioni per la terapia
Carcinoma a cellule basali e carcinoma a cellule squamose. Come accennato, ulcerazioni, emorragie, o il cambiamento di dimensione, colore, o l’aspetto sono preoccupanti per malignità. Se non sono sicuro del potenziale di malignità e ho il sospetto che sia a cellule basali o carcinoma a cellule squamose, ho spesso la biopsia di un piccolo pezzo della lesione per l’analisi patologica.

Il carcinoma della ghiandola sebacea. Sebacee carcinomi della ghiandola della palpebra sono stati a lungo considerati i tumori annessiali oculari più letali. Vi consiglio di chirurgia micrografica di Mohs ‘o escissione con il controllo congelato-sezione combinata con mappa biopsie congiuntivali, quando il carcinoma della ghiandola sebacea è diagnosticata sulla palpebra. Anche se la chirurgia micrografica di Mohs ‘può esaminare tutti i piani di tessuto per determinare se un tumore si è esteso oltre il piano escissione, il potenziale di diffusione pagetoide congiuntivale in aree non contigue esiste. L’escissione con il controllo congelato-sezione nelle mani di un chirurgo oftalmico ben preparato e con esperienza e patologo, di conseguenza, risparmiare la maggior parte dei tessuti e presenta la meno probabile possibilità di recidiva. Eviscerazione può essere necessaria quando il tumore ha invaso i tessuti orbitali. Il carcinoma della ghiandola sebacea possiede vero potenziale metastatico, ed i pazienti dovrebbero essere sottoposti a indagini mediche e oncologici dopo la diagnosi della lesione palpebra.

, tumori maligni della palpebra generale può presentare sia in modi tipici o atipici. Ho scoperto che a volte ci sono sottili indizi che il medico può utilizzare per aiutare nella diagnosi, ma il più delle volte una biopsia è necessario per confermare o confutare il sospetto di malignità. Per asportare la maggior parte dei tumori palpebrali maligni, io uso la chirurgia micrografica di Mohs ‘o escissione chirurgica con controllo congelato-sezione. Per il carcinoma della ghiandola sebacea, il chirurgo deve anche utilizzare mappa biopsie congiuntivali a causa di lesioni di salto.

Dr. Cook è in uno studio privato a Charlotte oftalmologia. In contatto al (704) 364-7400 o briggscook @ yahoo.com.

1. Cuocere BE Jr. Bartley GB. caratteristiche epidemiologiche e decorso clinico dei pazienti con tumori maligni della palpebra in una coorte di incidenza in Olmsted County, Minnesota. Ophthalmology 1999; 106: 746 -50.
2. Riedel KG, Beyer-Machule CK. Carcinoma delle cellule basali. In: Albert DM, Jakobiec FA, eds. Principi e pratiche di Oftalmologia, 2a ed. Philadelphia: Saunders, 2000; 3361-5.
3. Scott KR, Kronish JW. lesioni premaligne e carcinoma a cellule squamose. In: Albert DM, Jakobiec FA, eds. Principi e pratiche di Oftalmologia, 2a ed. Philadelphia: Saunders, 2000; 3369-74.

Related posts

  • Maligno collo carcinoma a cellule squamose

    tumori della pelle primarie possono essere suddivisi in due tipi: i tumori epidermici, che hanno origine nei cheratinociti, melanociti, o annessi cutanei (ad esempio ghiandole sudoripare, l’apparato pilo-sebaceo); e…

  • Gestione di carcinoma8 cellule squamose

    Anteprima gratuita. membri AAFP e abbonati pagati: Entra per ottenere un accesso gratuito. Tutti gli altri: acquistare l’accesso on-line. Anteprima gratuita. Acquistare l’accesso online per leggere la versione completa di questo articolo ….

  • Il cancro della pelle non melanoma, carcinoma a cellule squamose aggressivo.

    Carcinoma a cellule basali Definizione BCC è il tumore maligno più comune cutanea nell’uomo. Questo tumore è creduto per derivare da cellule primordiali pluripotenti nello strato basale della …

  • Maligno collo carcinoma a cellule squamose

    Skin Cancer Panoramica cancro della pelle è il più comune di tutti i tumori umani, con 1 milione di persone negli Stati Uniti diagnosticati ogni anno con qualche tipo di malattia. Il cancro si verifica quando le cellule normali …

  • carcinoma a cellule squamose invasivo …

    Metodi mirano 76 pazienti con carcinoma a cellule squamose palpebra trattata in un ospedale oncologico di riferimento tra il 1997 e il 2006 sono stati esaminati in modo retrospettivo. L’età, il sesso, i fattori di rischio, la durata di …

  • carcinoma a cellule squamose metastatico …

    Gli autori Dipartimento di Neurochirurgia La Johns Hopkins University School of Medicine, The Johns Hopkins Medical Institutions Dipartimento di Neurochirurgia La Johns Hopkins University School of …