Lung Cancer Trial Capovolgimenti Assunzione …

Lung Cancer Trial Capovolgimenti Assunzione ...

Tutta la radiazione del cervello di metastasi cerebrali nei pazienti con tumore del polmone non migliora la sopravvivenza e la qualità della vita più che il trattamento con steroidi o altre terapie di supporto nella maggior parte dei pazienti, un recente studio rivela.

I risultati, che emersi nel corso di una sperimentazione clinica, renderanno possibile per i pazienti di essere risparmiato il trattamento con radiazioni potenzialmente dannoso. Tutta la radioterapia cerebrale è spesso causa di effetti collaterali come nausea e stanchezza, e può essere neurotossico.

I ricercatori che conducono il processo dicono che tutta la radioterapia cervello dovrebbe più essere considerato un trattamento standard per le persone con tumore non a piccole cellule del polmone con metastasi cerebrali.

Il trattamento è, tuttavia, legato a gravi effetti collaterali, come nausea, sonnolenza e stanchezza, e la radiazione può anche avere effetti tossici sul cervello, danneggiando le funzioni cognitive. Nonostante l’uso diffuso, la prova solida che la procedura avvantaggia i pazienti è stata carente.

“Tutta la radioterapia cerebrale è stata ampiamente adottata nella pratica clinica basata sul presupposto che migliora il controllo del tumore nei pazienti con metastasi cerebrali”, primo autore dello studio Paula Mulvenna, consulente oncologo clinico presso l’Inghilterra Newcastle Hospitals NHS Foundation Trust ha detto in un comunicato stampa.

“Ma nelle nostre cliniche cancro del polmone, non eravamo vedendo i miglioramenti sperati nei nostri pazienti. tempi di sopravvivenza sono poveri e non sono cambiati dal 1980 “, ha aggiunto.

Mulvena e il suo team impostare la qualità della vita dopo il trattamento per metastasi cerebrali (quarzo) di prova, iscritta nel Registro ISRCTN (ISRCTN13826061). Lo studio ha arruolato 538 adulti con tumore non a piccole cellule del polmone con metastasi cerebrali che sono stati assegnati in modo casuale a ricevere uno standard di cura e desametasone, o lo stesso trattamento, ma con l’aggiunta di tutto il trattamento con radiazioni cervello.

Lo studio ha mostrato che i pazienti nei due gruppi hanno vissuto per un tempo quasi uguale dopo il trattamento: 64.4 giorni in tutto il gruppo radioterapia del cervello rispetto a 59,5 giorni nel migliore terapia di supporto da sola gruppo.

Hanno anche una qualità simile della vita, in modo che la differenza finale QUALYS tra i gruppi era solo 4,7 giorni. (Le persone che hanno ricevuto la radiazione ha avuto 46,4 giorni e quelli della migliore terapia di supporto da sola gruppo aveva 41,7 giorni).

Altri fattori, come la quantità di farmaci steroidei utilizzati o il tasso di gravi effetti collaterali, non differivano tra i due gruppi, anche se quelli che ha ottenuto il trattamento con radiazioni sperimentato gli effetti collaterali tipici come nausea, perdita di capelli, e prurito del cuoio capelluto.

L’età media dei pazienti nello studio era di 66 anni, e ricercatori hanno notato che in quelli più giovani di 60, il trattamento è stato legato a una migliore sopravvivenza. Hanno anche detto che in persone che avevano meno di valore e un cancro polmonare primario controllato, il trattamento ha aumentato la sopravvivenza, ma i risultati non ha raggiunto la significatività statistica.

Gli autori ammettono che i pazienti dello studio avevano in media una prognosi peggiore rispetto a quelli di studi precedenti. Fu questi studi che hanno suggerito tutta la radiazione cervello come una buona opzione di trattamento. Ma secondo Mulvena, una prognosi sfavorevole è lo scenario più comune nella pratica clinica, in cui solo il 3,5 al 7,5 per cento dei pazienti ha una prognosi migliore.

Più della metà dei pazienti nello studio sono stati considerati a prognosi intermedia – un gruppo di ricercatori credevano in precedenza beneficiavano maggiormente dalle radiazioni.

In un commento collegato, il Dr. Cécile Le Pechoux da Gustave Roussy Cancer Campus in Francia, ha dichiarato che ci potrebbe essere ancora spazio per tutta la radioterapia del cervello per alcuni pazienti con non a piccole metastasi cerebrali cellule cancro ai polmoni, ma che il trattamento deve essere ottimizzato e adattati ai singoli casi.

Magdalena ha conseguito un Master in Pharmaceutical Bioscienze e un dottorato di ricerca interdisciplinare, fondendo i campi della psichiatria, immunologia e neurofarmacologia. La sua precedente ricerca focalizzata sui cambiamenti metabolici e immunologici nei disturbi psicotici. Lei si sta ora concentrando sulla scrittura scienza, permettendole di cultura la sua passione per la scienza medica e la salute umana.

Related posts