Obiettivi New York Procuratore Generale …

Obiettivi New York Procuratore Generale ...

Con Anahad O’CONNOR

3 febbraio 2015

L’ufficio del procuratore generale di New York ha accusato quattro principali rivenditori il Lunedi di vendita di integratori a base di erbe fraudolente e potenzialmente pericolosi e ha chiesto che rimuovono i prodotti dai loro scaffali.

Le autorità hanno detto di aver condotto test su più venduti negozio marche di integratori a base di erbe in quattro rivenditori nazionali – GNC, Target, Walgreens e Walmart – e ha scoperto che quattro su cinque dei prodotti non conteneva alcuna delle erbe sulle loro etichette. I test hanno mostrato che le erbe medicinali pillole etichettati spesso contenevano poco più di filler a buon mercato come polvere di riso, asparagi e piante d’appartamento, e in alcuni casi sostanze che potrebbero essere pericolosi per chi soffre di allergie.

L’indagine è stata una sorpresa di benvenuto gli esperti di salute che hanno a lungo lamentato la qualità e la sicurezza degli integratori alimentari, che sono esenti dal controllo regolamentare rigoroso applicato ai farmaci da prescrizione.

La Food and Drug Administration ha preso di mira gli integratori individuali trovati a contenere ingredienti pericolosi. Ma l’annuncio Lunedi è stata la prima volta che un forze dell’ordine aveva minacciato le più grandi catene di vendita al dettaglio e della farmacia con un’azione legale per la vendita di quello che ha detto sono state deliberatamente fuorviante prodotti a base di erbe.

Tra i risultati del procuratore generale è stato un marchio famoso negozio di pillole di ginseng a Walgreens, promosso per “resistenza fisica e la vitalità”, che conteneva solo l’aglio in polvere e riso. A Walmart, le autorità hanno scoperto che la sua ginkgo biloba, una pianta cinese promosso come un potenziatore della memoria, conteneva poco più di ravanello in polvere, piante da appartamento e grano – nonostante una richiesta in etichetta che il prodotto era wheat- e senza glutine.

Tre su sei prodotti a base di erbe a bersaglio – Ginkgo biloba, erba di San Giovanni e la radice di valeriana, un aiuto di sonno – sono risultati negativi per le erbe sulle loro etichette. Ma hanno fatto contengono riso in polvere, fagioli, piselli e carote selvatiche. E a GNC, l’agenzia ha detto, ha trovato pillole con ingredienti non quotate utilizzati come riempitivi, come i legumi in polvere, la classe di piante che comprende arachidi e la soia, un pericolo per le persone con allergie.

Il procuratore generale ha inviato lettere ai quattro rivenditori cessate-il-e-desistere il Lunedi e ha chiesto che spiegano quali procedure che usano per verificare gli ingredienti nei loro supplementi.

“Mislabeling, contaminazione e pubblicità ingannevole sono illegali”, ha detto Eric T. Schneiderman, il procuratore generale dello stato. “Si pongono anche rischi inaccettabili per le famiglie di New York -. Specialmente quelli con allergie a ingredienti nascosti”

“Se questi dati sono accurati, allora è un atto d’accusa incredibilmente devastante del settore”, ha detto il dottor Pieter Cohen, un assistente professore presso la Harvard Medical School e un esperto in materia di sicurezza supplemento. “Stiamo parlando di prodotti presso i rivenditori tradizionali come Walmart e Walgreens che dovrebbero essere la massima qualità assoluta.”

Un obiettivo a East Harlem. Si e altri tre rivenditori — GNC, Walgreens e Walmart — sono stati accusati di vendere integratori fraudolente.

Yana Paskova per il New York Times

In risposta ai risultati, Walgreens ha detto che alla rimozione dei prodotti dai suoi scaffali a livello nazionale, anche se solo Stato di New York aveva chiesto esso. Walmart ha detto che avrebbe entrare in contatto con i fornitori dei suoi supplementi “e prendere i provvedimenti opportuni.”

Una portavoce di GNC ha detto che la società avrebbe collaborato con il procuratore generale “in tutti i modi appropriati”, ma che stava dietro la qualità e la purezza dei suoi supplementi negozio di marca. La società ha detto che testato tutti i suoi prodotti “utilizzando metodi di prova convalidati e ampiamente utilizzati.”

Obiettivo non ha risposto alle richieste di commento.

Il F.D.A. richiede che le imprese di verificare che ogni integratore che fabbricano è sicuro e preciso etichettati. Ma il sistema opera essenzialmente sul codice pregio.

Secondo una legge federale del 1994, gli integratori sono esenti dal rigoroso processo di approvazione del F.D.A. per la prescrizione di farmaci, che richiede recensioni di sicurezza e l’efficacia di un prodotto prima che va al mercato.

La legge sponsor e capo architetto, il senatore Orrin G. Hatch, repubblicano dello Utah, è un sostenitore incrollabile di integratori. Ha accettato centinaia di migliaia di dollari in contributi elettorali da parte dell’industria e ripetutamente intervenuto a Washington per annullare normativa proposta che inasprire le regole.

I critici dicono che è fin troppo facile per gli integratori pericolosi per raggiungere il mercato perché non sono soggetti ad un processo di revisione o di approvazione. Secondo la legge attuale, gli integratori sono assunti per essere al sicuro fino a quando le autorità possano provare il contrario. E, in generale, si sono tirati dagli scaffali solo dopo che si verificano lesioni gravi – che non è infrequente.

Non è solo i consumatori. Gli ospedali sono stati colpiti, anche. Nel mese di dicembre, un bambino in un ospedale del Connecticut è morto quando i medici hanno dato al bambino un integratore probiotico popolare che è stato successivamente trovato per essere contaminati con il lievito. Dopo la morte del bambino, il F.D.A. emesso un avviso al pubblico che ha ribadito il suo controllo limitato sulle integratori.

“Questi prodotti non sono soggetti ai requisiti di revisione prima dell’immissione sul mercato o di approvazione di F.D.A. per la sicurezza e l’efficacia,” il F.D.A. ha dichiarato, “né di rigorosi standard di produzione e collaudo dell’Agenzia per i farmaci.”

Come parte della sua indagine, l’ufficio del procuratore generale ha comprato 78 bottiglie di marchi leader di integratori a base di erbe da una dozzina di Walmart, Target, Walgreens e GNC sedi in tutta New York. Poi l’agenzia ha analizzato i prodotti utilizzando DNA barcoding, un tipo di fingerprinting genetico che l’agenzia ha utilizzato per sradicare la frode di etichettatura nel settore frutti di mare.

Il dottor Cohen a Harvard ha detto che i risultati dei test del procuratore generale erano così estremo che li trovò difficile da accettare. Ha detto che era possibile che i test non erano riusciti a rilevare alcune piante anche quando erano presenti, perché il processo di produzione aveva distrutto il loro DNA.

Ma questo non spiega il motivo per cui i test hanno trovato così tanti integratori senza il DNA dalle erbe sulle loro etichette, ma un sacco di DNA da ingredienti non quotate, ha dichiarato Marty Mack, un dirigente vice procuratore generale di New York. “L’assenza di DNA non spiega l’alta percentuale di contaminanti presenti in questi prodotti”, ha detto. “L’onere è ora con l’industria per dimostrare ciò che è in questi supplementi.”

Siamo interessati a vostro feedback su questa pagina. Diteci cosa ne pensate.

Related posts